festa dell'Inter o dell'Unità?


Stanno facendo la "festa dell'Inter"...c'è il vassoio con le medaglie per i giocatori...sì, le medagliette della Gazzetta dello Sport (Rcs)...ghghghgh
quelli che gli fanno i dvd tipo Inter-Sampdoria, partitone...
E davanti a tutti la scritta in grande "Serie A TIM"...che tristezza...
Ma che roba è la Coppa? Un incrocio tra la Tim Cup e una bacinella per l'insalata?
Belle le sedie sul prato tipo Festa dell'Unità, con gli ultimi vincitori, i Flintstones coi capelli bianchi...che tristezza...
Ci sono anche gli interisti Fichi d'India...che pezzi di gnocchi...(han fatto un incidente?)...brutti come gl'interisti...
Grande scelta il presentatore interista Bonolis, è di Roma, ce n'è uno di Milano lì in mezzo? E il bello è che cantano "Milano siamo noi"...ma davvero? Giocando con massimo neanche 2 italiani venuti da chissà dove? Proprio uguali ai giocatori-bandiere del Milan...
Che spettacolo Moratti con la nuova maglietta col simbolo di Milano...peccato che sia lo stemma del MILAN !!!!!!!!!! (e anche i giocatori e Moratti junior, quello che indossava la maglia del Celtic avversaria del Milan, un genio..).
E Adriano-formato barile che ha sbagliato il protocollo, è uscito sul campo ma non doveva e l'hanno ricacciato dentro, che figuraccia!!! Che indivia, c'è il cattocomunista interista Ligabue...erano annunciati anche i Pink Floyd, seeeee... (notoriamente comunisti).
E' stato annunciato anche l'interista Mino Reitano coi parenti da Reggio CalAfrica!!!! Sta arrivando col pullman dalla Calabria Saudita!!!
Bella la canzoncina "siete voi! siete voi! i coglioni dell'Italia siete voi!..."

Io non sono juventino nè milanista (simpatizzo, perchè mi piace il calcio e loro sono il meglio), bensì del piccolo incazzatissimo Manchester City degli Oasis amici di Del Piero e Maldini - dove ha giocato il grande africano ex milanista Weah e dove forse allenerà un altro ex milanista, Gullit -, e riconosco che l'Inter fa ridere, quello della festa interista era il circo (che ho sempre detestato fin da bambino, mi dà un senso di tristezza e sfruttamento di animali...): sono stato abbonato all'Inter per anni in curva allo stadio in mezzo ai nazi :) (ho ancora le tessere e amici a dimostrarlo), poi sono rinsavito e ho abbandonato quella squadra fatta di pagliacci (primo tra tutti il petroliere telecomunista "grande stile" Moratti, intoccabile, perchè è quello che fornisce il petrolio al Mortadella...la Inter-Telecom non può intercettare sè stessa...lui poi è dei Verdi, la crème de la crème dell'intelligenza...per fortuna almeno i tifosi sono di destra), e quelli della società continuano a confermare di essere pagliacci. Non so come facciano i tifosi interisti a sopportare una società del genere (sì, l'Inter, quella dei petrolieri arabi, dei cinesi con la scritta sulla maglia, di Emergency, della Telecom, e via dicendo).
Per la rubrica di Striscia La Notizia "Tutti giù per terra", c'erano i voli angelici nelle partite dell'Inter, del Siena e del Cagliari: rigori ovviamente concessi e squadre salvate... (il mitico Chievo Verona in B). Invece Materazzi che tira gomitate è tutto normale... Perchè loro sono come i mortadellari, "moralmente superiori", loro sono più intelligenti, più acculturati, loro accettano tutti (tranne quelli che la pensano diversamente), loro possono insultare ma si offendono quando vengono insultati (Moratti che insulta ogni volta a destra e a manca, e fa gestacci, o risse varie, è tutto normale...). Sono quindi dei perdenti, perchè non accettano critiche e battute (è il calcio, bellezze...): fino a quando rimarranno così, la loro ultima Coppa Campioni rimarrà quella riconoscibile dalle immagini in bianco e nero dell'Istituto Luce, con a bordo campo i Flintstones.
Le persone come loro pensano che "i cinesi", "i gay", "i terroristi", "i calabresi", "i comunisti", ecc. siano delle razze: non puoi quindi fare battute, neanche tipo "Reggio CalAfrica", "Calabria Saudita", stile Zelig (battute vecchissime), perchè in ogni caso "sei un razzista" (il senso dell'umorismo ce l'hanno in pochi, ad esempio i meridionali che ridendo chiamano sè stessi "terroni"). Ecco quindi chi sono i veri razzisti, quelli che considerano razze persone che non lo sono.