Michelangelo Antonioni

Come sapete, a meno che stiate leggendo questo post in vacanza sulle isole Tuvalu, è morto Michelangelo Antonioni.
Su Rete 4 stasera era in programma "La soldatessa alle grandi manovre" con Edwige Fenech e Jean Todt (Alvaro Vitali), ma Emilio Fede ha prontamente cambiato palinsesto e stanno trasmettendo "Deserto rosso" di Antonioni, con Monica Vitti e il mitico Richard Harris.
"...si fa tentare da un'avventura con lui, ma così non fa che peggiorare il suo stato di crisi: il sogno di fuggire su una spiaggia deserta è il solo e insufficiente sbocco alla propria profonda depressione. Pessimistica e datatissima riflessione sull'incapacità della borghesia di uscire dalla propria gabbia esistenziale. Il primo film a colori di Antonioni".
Ricordiamo tra i suoi altri film "Blow up", "Professione: reporter" e "Zabriskie point", cui gli Oasis si sono ispirati per questo video, "Who feels love?":


film in cui "...Mark (Mark Frechette), in fuga su un aereo, incontra nel deserto del Mohave una ragazza con cui fa l'amore a Zabriskie Point (il punto di massima depressione geologica degli Stati Uniti) e ridipinge fantasiosamente l'aereo. L'interpretazione di Antonioni del ribellismo giovanile già allora suonava enfatica e fasulla. Due sequenze, fortemente simboliche, sono tuttavia passate alla storia: la visione delle coppie che amoreggiano nel deserto, accompagnata dalle improvvisazioni alla chitarra di Jerry Garcia dei Grateful Dead, e l'esplosione finale dei simboli del benessere (video degli Oasis), girata al rallentatore con 17 macchine da presa, su musica dei Pink Floyd".

Un paio di nuovi blog:
Paul-Weller Sun-Flower: www.sunpaul.blogspot.com

Non ci sarà la crisi di governo

"Ahi serva Italia, di stranieri ostello
nave senza nocchiero in gran tempesta
non donna di province, ma bordello!"

(Dante Alighieri)


Dice Pecoraio Scanio in tv: "La crisi di governo non ci sarà".
Dico io: "Sì, infatti non c'è stato neanche un governo".

Dice in tv Prodi, sorridendo come sempre tipo un ebete: "Sono tranquillissimo".
Dico io : #@§*%&£$€% (censura)

Dice la tv: "a Milano è ventilato".
Dico io: "sì, se ti metti davanti a un ventilatore".

Dice la tv: "ecco vedete Milano, è deserta".
Dico io: "sì, peccato che sono le immagini di domenica mattina presto, è così anche durante l'anno".

Silvio Berlusconi:
"Sul ponte sullo Stretto eravamo riusciti, con cinque anni di lavoro, con trentadue riunioni cui ho partecipato personalmente, a mettere d'accordo, dopo trentasette anni, tutti i progettisti. Eravamo riusciti a mettere d'accordo due città, Messina e Reggio Calabria. Eravamo riusciti a mettere d'accordo due Province e due Regioni. Eravamo riusciti a farci dare dall'Unione Europea il venti per cento di finanziamento a fondo perduto sul costo dell'intera opera. Eravamo riusciti a convincere le grandi imprese italiane a non farsi la guerra, ma a riunirsi in un consorzio che partecipasse insieme alla gara d'appalto. Eravamo riusciti a convincere le principali aziende straniere a non partecipare agguerrite a quell'appalto, perchè ritenevamo e riteniamo il ponte sullo Stretto un'opera di cui l'Italia e il lavoro italiano dovessero avere tutto l'orgoglio. Bene, cinque anni di lavoro. Il nuovo governo ha portato sul tavolo del Consiglio dei ministri la decisione sul ponte. E' intervenuto prima un ministro per un minuto, un altro per un altro minuto, e poi il ministro dell'ecologia ha detto che sarebbe stato UNA SCIAGURA UN PONTE CHE AVREBBE CAMBIATO LE MILLENARIE ROTTE DEGLI UCCELLI E DEI DELFINI (PECORAIO SCANIO SEI UN IMBECILLE !!! Lui è esperto di uccelli eh...il Ministro Gay...). E in cinque minuti il progetto del ponte è stato accantonato. Questa è la fotografia della differenza tra noi e questa sinistra: cinque anni per costruire, cinque minuti per distruggere".
(Napoli, 12 luglio 2007)

Già, e poi loro si chiamano "i progressisti"...

ALI-TALIA...

www.krancic.it

violenze sui bambini: il WWF gli insegna "Bella ciao"

Avete visto la scuola islamica che come regolamento ha quello di picchiare i bambini italiani per fargli capire la superiorità dell'Islam. Certo, complimenti. C'è solo il particolare che sono qualcosa come 600-700 anni indietro.
Ma non bisogna andare a guardare l'Islam per trovare violenze sui bambini, ce le abbiamo anche noi: anche molto più sottili, ovvero il solito plagio delle scuole italiane (tipicamente comuniste). Mi chiedo come ci si possa sorprendere poi che l'Italia è sempre indietro. Adesso addirittura se mandi tuo figlio in vacanza col WWF (campi estivi finanziati da TELECOM...), gli intelligentissimi ambientalisti, gli insegnano - lo obbligano a cantarla, come rituale - "BELLA CIAO" da cantare col PUGNO CHIUSO... (cosa c'entra con la natura?! ... Ecco, lo dicevo: tutta la storia dell'ambientalismo gli serve per approfittarsene politicamente ed economicamente: questa "vacanza" WWF - ovvero ti tocca pulire il ponte delle due super barche - quelle di D'Alema? - costa 750 euro per qualche giorno, che ladri...). Ho letto un articolo esilarante su quello che combinano quelle persone. Un ragazzino della Liguria, che ha provato questa "esperienza" in Toscana, dice: "Bella ciao era un rituale: c'era la musichetta e quindi tutti si aggregavano (AH LA MUSICHETTA TENTATRICE...). Speravamo di avvistare le balene e i delfini. Purtroppo niente, ma abbiamo fatto un quiz sui cetacei". Ah beh allora... In mano a della gente con le utopie fissate nel cervello (da parte di qualcun altro), i delfini non potevano far altro che sognarli.
E il WWF cosa dice? "Alto valore formativo ed educativo dei propri campi".
Non avevamo dubbi. Antropologicamente superiori.

Il WWF ci ha tenuto poi a fare una grande precisazione:

"Si è cantato "Bella ciao" su richiesta di un ragazzo FRANCESE (NON AVEVO DUBBI !!!), che in italiano conosceva solo questa canzone (ACCULTURATISSIMO !!!), quindi (???) era funzionale (???) a far crescere il coinvolgimento di tutti i ragazzi partecipanti (MA DAVVERO?) e l'armonia all'interno del gruppo" (ADDIRITTURA?)
Ah beh certo...perchè i bambini ancora non capiscono... Qualcuno diceva "i bambini sono di sinistra"...

Massa impara da Schumacher: a far coglionate

da Tele Cinco

Ci ha provato, l'incapace Massa, a imitare le gesta che furono di Michael Schumacher (contro Villleneuve, 1997, Schumacher squalificato): vistosi superato da Alonso, ha provato a buttarlo fuori con una ruotata. Non ce l'ha fatta e ha vinto il ben più meritevole Alonso sull'inglese McLaren :), che l'ha infinocchiato proprio negli ultimi giri, quando è tornata la pioggia inglese... Alonso ha mostrato alle telecamere il segno sulla fiancata, facendo segno di "no, così non si fa" alla vettura Ferrari. "Dietro le quinte" i due si sono messi a litigare, con Massa che aveva addirittura il coraggio di parlare dopo il gesto scorretto, con un tono tipo bambino dell'asilo, usando finezze come "coglione" e "va a cagare", e consigliando ad Alonso (vincitore della gara e due volte campione del mondo battendo un certo Schumacher), di "provare a imparare"...
Massa torna a guidare i kart!

McLAREN COLPEVOLE, QUINDI NON PUNIBILE

Uh uh le matte risate, la Ferrari non è riuscita a vincere neanche in "tribunale"... Ormai l'Italia conta così poco che pure la sentenza finale è stata una presa per i fondelli degli italiani: McLaren colpevole, quindi non punibile. Non fa una piega. Soluzione "all'italiana", "a tarallucci e vino", a "bolla di sapone". (Montezemolo vuole entrare in politica? Siamo a posto). Certo che non c'è da sorprendersi: a rappresentarla c'era il francese Jean "Alvaro Vitali" Todt, con quella sua faccia perennemente attapirata. Pare abbia detto una frase che non dice mai: "Vediamo durante la gara"... Figuracce in pista e fuori... Certo che se fossi Massa, nello scegliere tra la moglie che ti mette le corna oppure essere sorpassato infinocchiato in quel modo, all'esterno sul bagnato, tentando di buttar fuori l'avversario, forse meglio essere cornificato dalla moglie.

www.krancic.it

Volevo lanciare un appello: fermate ad ogni costo il messaggio di Prodi per gli automobilisti che dice "NON STANCARTI" (del governo?), è PERICOLOSISSIMO, perchè se uno lo sente mentre è in macchina gli viene un colpo di sonno!!

I BINARI DEL TRENO SI DEFORMANO

In questi giorni sto sentendo una boiata pazzesca, degna di quelle che raccontano gli ambientalisti, e cioè che: i binari del treno si deformano. Per il caldo. E quindi i treni devono rallentare e/o fermarsi. Per evitare deragliamenti, incidenti. (Perchè da noi non succedono eh). Notevole... Ottimo modo per giustificare i ritardi e i disservizi Trenitalia. Peccato che in Spagna, che fa molto più caldo che in Italia (provate ad andare nella Meseta, ma anche nelle varie città interne e non interne), lì i binari non si deformano. Persino in francia i binari non si deformano, lì dove in queste estati c'è stata una morìa di anziani per il caldo, pure centinaia di morti. Da noi i binari si deformano. Vi rendete conto di quante balle vengono date in pasto agli italiani creduloni?

MONTANELLI: "ODIO I FRANCESI"


statua di Montanelli a Milano

Ecco la parti migliori dello spettacolare articolo su Indro Montanelli da Fucecchio :) in edicola oggi su Libero:
"...Sono stato anche al Louvre. Tra i numerosi autori che Napoleone ha rubato all'Italia e alla Grecia, Delacroix è l'unico francese che non stoni eccessivamente. Come vedi, l'è magra. E più magra ancora, se pensi all' enorme inospitalità dei francesi (e dire che ho voluto tanto bene!) e al loro modo di fare che vorrebbe essere inglese e che perciò prende quegli atteggiamenti grotteschi di certi falsi dandies che credono il dandismo una cosa puramente esteriore, meccanica, superficiale (NON SONO CAPACI DI FARE GLI INGLESI !!!). Io mi sono legato solo di buona amicizia ad alcuni studenti greci (c'è poco da sorridere: fra le molte vere cose inverosimili, esistono anche dei gentiluomini greci), di bella intelligenza, di spirito comprensivo e di larga cultura. E' strano come anche loro, che pure vivono qua da anni, non abbiano amicizie francesi; e più strano ancora il senso d'esilio che tutti noi stranieri sentiamo... Mi sono annoiato di Parigi e della vita parigina. Ho imparato una sola cosa: a odiare i francesi e a disprezzarli, perchè questi sudici non ci perdonano di esser costretti ad ammirarci... Modestia a parte, ho compiuto atti di coraggio e d'italianità all'Università e fuori, ribattendo costantemente e duramente gl'insulti che a noi italiani vengono mossi... Qui mi hanno isolato come un bacillo di peste..."

STANDING OVATION FOR MONTANELLI...
MITO !!!!!!!!!!!

Non a caso il blogiornale l'ho dedicato a lui e al Papa polacco Wojtyła.

Qui ci sta bene un flashback.
Dal libro "Ve li racconto io" di Roberto Gervaso (446 pagg., 18 euro), in cui scrive anche di Indro Montanelli, che mi somigliava un bel po' :)
"Scrive a velocità astrale, senza un'esitazione. Ama gli aneddoti e quelli con cui condisce gli articoli sono spesso inediti. Prende per mano il lettore dalla prima all'ultima riga, senza farlo sbadigliare, ma divertendolo, e divertendosi con lui. Gli ammicca per renderlo complice di una battuta o di una rivelazione. Non è un uomo facile e, come tutti gli uomini di carattere, ha un cattivo carattere, che diventa pessimo quando deve fare qualcosa controvoglia o discutere con i cretini (ERA ESATTAMENTE COME ME :). Non ha peli sulla lingua e non intinge la penna nell'inchiostro neutro (LO DICO SEMPRE CHE L'IMPARZIALITA' NON ESISTE ! ). Dice quello che pensa" (OK, MONTANELLI SONO IO :).
Montanelli: "Quest'Italia, che delusione" (Sì, SONO IO :).
"11 gennaio 1994. Indro Montanelli ha lasciato "Il Giornale" in polemica con Berlusconi. La sinistra gongola: ne farà il suo nuovo eroe, il suo nuovo santo patrono, sinistra immemore che (TIPICO SBIANCHETTO ! ), fino a ieri, gli aveva dato del conservatore, del reazionario, del fascista. Anzi, dello "sporco fascista".


Montanelli e la sua macchina da scrivere, la "Lettera 23"

Italia, ovvero Inter-Cina

Preambolo. C'è una pubblicità della Nike che gira soprattutto sui canali locali (il che è significativo, a livello nazionale hanno paura a metterlo? Tra l'altro anzichè "luntàn de Napoli" dicono Manchester...), con i calciatori delle squadre milanesi Marco Materazzi dell'Inter e Gennaro Gattuso del Milan, che cantano "oh mia bela Madunina" e anche parlando in milanese, con una pronuncia scandalosa (uno è nato a Lecce, l'altro in Calabria). Alla fine dell'inno, come fanno i tifosi allo stadio, dicono "terùn" e si mettono a ridere. Bene, divertente. Però se "terùn" lo dice un milanese, i "terroni" si offendono indignati, se lo dicono loro invece va bene, perchè loro sono "più simpatici, più buoni, persone migliori", come diceva la moglie rimbambita (e razzista) di Ciampi.

INTER-CINA

Ho guardato (ho meglio, ho ascoltato, perchè mi rifiuto di guardare il non-calcio...i gol sono stati a dir poco orrendi e il rigore che non c'era - che novità...cominciamo bene) la partita di allenamento Inter-Cina, ovvero Cina contro Cina, visti gli sponsor interisti in cinese (corre voce che le magliette fossero contraffatte). La cosa più significativa era proprio la maglietta dell'Inter: la bandierina dell'Italia (non lo chiamo scudetto perchè di plastica) con sotto una scritta in cinese (Pirelli, o meglio Pivelli, perchè loro sono nobili e parlano con r moscia francese come Bertinotti), come dire: "Italia, ovvero la Cina comunista".
Il telecronista, interista, tale Andrea Bosio (simpatico quanto un comodino nel ginocchio...e per fortuna c'era sempre un'interferenza e si sentiva di più la telecronaca di un altro), esibiva una pronuncia da madrelingua cinese (loro sono abituati) ha detto una cosa molto significativa, senza accorgersene: "Suazo è arrivato all'Inter con una storia molto piacevole per i tifosi interisti" (perchè se lo sono conteso col Milan). Ecco. è in queste piccole cose che si è dei veri perdenti: non esiste un interista, che sia calciatore, tifoso, esperto, ecc. che abbia la mentalità vincente. Loro vivono le partite, il mercato, tutto con in testa IL CONFRONTO con gli altri. Con istinti bassissimi, l'invidia, il "sono più bravo io", il "campionato è più importante della Coppa Campioni" (ma davvero? Da quando? Da quando lo dicono loro, of course). Non significa niente, ognuno è più bravo in certe cose, altri lo sono in qualcos'altro, c'è sempre qualcuno più bravo e qualcuno meno bravo in tutto. Un'Inter che quindi conferma per l'ennesima volta di essere sinistra, che come i sinistri vivono il rapporto con gli altri come un continuo confronto, una sfida, un'eliminazione dell'avversario, se possibile (difatti loro riescono a stare solamente all'opposizione). Non si diventa dei vincenti comprando i Maradona, difatti ad esempio il Milan non ha comprato nessuno di significativo e ha vinto la Coppa più importante (e stasera in tv lo juventino pelato Chirico filo-francesista, tra la marea di vaccate dette, proprio lui criticava, Mister Serie B, aveva il coraggio di criticare il Milan e Berlusconi - ce l'ha SEMPRE su con lui - perchè adesso come l'anno scorso non sta comprando nessuno...vedrai vedrai...dice che "il Milan potrebbe prendere chiunque"...il Milan non prende chiunque..eh...e così facendo non destabilizza l'ambiente...altra cosa che quelli dovrebbero imparare). Si diventa vincenti cambiando la mentalità, che gli interisti proprio non hanno neanche di striscio. E' qualcosa che si riflette nella personalità delle persone interiste, bisogna solo notarlo.
Tra l'altro proprio poco tempo fa dicevo: "chi trova scuse è un perdente": mi ha preso in parola il telecronista, dicendo "eh c'è caldo, eh ci sono i carichi di lavoro, eh i giocatori non sono in forma (TUTTO QUESTO VALE SOLO PER QUELLI DELL'INTER?! E I CINESI SONO AL FRESCO?!), però l'Inter ha fatto una partita eccezionale". Con la Cina. Perdenti.

Su Telelombardia mi hanno risposto in diretta, erano tutti lì a urlare come sempre, ma quando la brasiliana milanista Renata Texeira (quella dello spogliarello) ha letto la mia mail quegli scalmanati si sono messi a ragionare, e un giornalista, mi sembra sia de Il Giornale, mi ha risposto in maniera seria. Ho scritto solo questo:
Ahi ahi ahi cari interisti e juventini e soprattutto Chirico, vi state dimenticando che l'anno scorso il Milan non ha comprato nessuno di significativo e ha vinto la Champions League... continuate pure a criticare... Il Milan non prende il primo che passa come fate voi, infatti rimane una squadra vincente, che non destabilizza l'ambiente...
Quello che vi manca è la mentalità, e quella non si compra...

Allora è calato il silenzio, e il tipo fa, pensieroso: "già...questa cosa è molto radicata nella società e nei tifosi, loro credono fermamente in loro stessi, nel potenziale umano..."

Sto costruendo l'ennesimo sito, questo sui Led Zeppelin e Il Signore degli Anelli di Tolkien, che sono strettamente collegati:
www.led-of-rings-blogspot.com
(volevo chiamarlo bron-yr-aur, ma non era disponibile)
Tornateci ogni tanto perchè è solo all'inizio, credo diventerà molto celtico :) (e un po' gallese). Saranno contenti anche i leghisti tra di voi :) (già vi avevo dedicato quello sulla Scozia :).
Usando Explorer, il disegno del pugnale è spezzato, con Firefox invece no
(se non avete ancora Firefox potete scaricarlo lì).
Forse farò un sito anche tipo "Pirates of the Caribbean" perchè "Monkey Island" mi ha sempre esaltato :).
Adoro quelle canzoni dei Led, sono...da fiaba. Non a caso citano Tolkien a destra e a manca. Non so se avete mai visto il film dei Led Zeppelin, "The song remains the same", con la mia canzone preferita in assoluto in musica, "The rain song", il video fa molto Signore degli Anelli, quello con il castello, la Principessa, ecc., lo metterò sul sito di sicuro. Ho preso anche il triplo dvd coi concerti dell'epoca, costato parecchio, ma ne vale la pena.
Non a(d altro) caso, Tolkien è scomparso in Inghilterra proprio negli anni '70, quindi quando sono nati i Led. Luoghi mitici evocati in diverse loro canzoni e copertine, da Stonehenge, su cui sto leggendo un libro, alla Scogliera dei Giganti in Irlanda del Nord - Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco (copertina del loro mio album preferito, "Houses of the holy"), alla mitica Atlantide-Shangri-La (sto leggendo un altro libro) ad esempio in una canzone epica come Kashmir. Poi una canzone da fiaba è sicuramente "Stairway to heaven", i cui versi sono stati ispirati a Robert Plant dal libro "Magic Arts in Celtic Britain", di Lewis Spencer: parla della ricerca spirituale da parte di una donna, un'eroina della tradizione celtica. L'album è misterioso (senza titolo, o "Four symbols", sarebbe "Led Zeppelin IV") che contiene la canzone, porta segnati i 4 simboli con cui si firmavano i 4 musicisti. Poi c'è tutta la storiella di Satana, dell'anima venduta al diavolo, ecc. Mi fermo perchè potrei parlarne per ore.



Ma...che signorine ci sono su MySpace? Ehm... (italiane in..."déshabiller" ce n'è una marea, di altri paesi molto meno...). Adesso con 'sta polemica sulle donne italiane lanciata dagli inglesi sto sentendo tutti che fanno discorsoni...ma va che "gli inglesi" hanno piena ragione eh! Nessun paese è così conciato come noi (ma io non mi lamento delle signorine :), veline schedine letterine letteronze calendari ecc. ecc. E quante decine e decine di signorine straniere vengono da noi a fare quelle cose? Non se lo sono chiesto gli esperti? Chissà come mai vengono tutte qua eh! Sento frasi fantastiche, "anche gli inglesi hanno le donne nude sui loro giornali"...la pagina 3 del Sun (1 giornale) con la foto della ragazza in topless? Sai che scandalo... "La televisione inglese è spazzatura"...cosa c'entra? Sarà bello Santoro o i canali politicizzati nostri? (sulla Rai manca solo che politicizzano la pubblicità). Poi, "gli inglesi sono invidiosi"...mwahahahaha questa è buona, invidiosi degli italiani poi sarebbe ridicolo... E questi tuttologi dicono "gli inglesi"..ma se è 1 giornale che ha detto quelle cose, il Financial Times, mica possono generalizzare "gli inglesi". Tra l'altro quel giornale dice sempre cose esatte di noi, non è la prima volta, ci osservano molto bene. Ma perchè cazzo sono nato in Italia? (me lo chiedo spesso) 'Sto paese con così tanti ignoranti? Una volta ho conosciuto una inglese che odiava gli italiani perchè "discendenti degli africani": pura verità, io direi pure quasi talebani (il ministro Amato direbbe "siculo-pakistani"...quelli che picchiano le donne). Devo sempre scrollarmi di dosso non solo la disinformazione e l'incompetenza (specialmente sinistre), ma proprio l'ignoranza grassa che c'è in giro...e che in tutta la vita ne sono stato influenzato. Hanno perso l'occasione per starsene zitti (visto tra l'altro che quella polemica c'è sempre stata anche da noi, adesso siccome lo dicono "gli inglesi" non va bene...si vede che gl'italiani c'hanno sempre in mente l'Inghilterra come "perfida Albione"...). Non potevo nascere in Inghilterra?

presa della Bastiglia...



Pregasi leggere questo post storico-politico, che puntualmente arriva come ogni anno, come il post sul vero Capodanno (inglese, 25 marzo). Lasciatemi scagliare tutto me stesso contro i francesi.

Fotografie: dall'opera teatrale "Look back in anger", il libro in cui forse mi sono più identificato.
"Certe volte, quando lo ascolto parlare, ho l'impressione che si senta ancora in piena rivoluzione francese. E sarebbe il suo vero posto, del resto".
ghghghghgh

Come sempre parlo semplice, parlo per il popolo :). Io il 14 luglio lo ricordo più che altro perchè è l'anniversario della prima volta che da giovane ho puciato il biscotto ghghghghgh, è la mia personale presa della "Bastiglia" ghghghghgh (la cosa si chiama così adesso :).
Oggi invece è "per tutti" (secondo i francesi è "per tutti") l'anniversario della presa francese della Bastiglia francese...la festa più inutile della storia, per ricordare la Rivoluzione francese, ovvero una vera e propria guerra che i francesi hanno combattuto contro sè stessi, camuffata da "morte al Re, morte alla borghesia", inventando tra l'altro come pena di morte la ghigliottina, davvero fondamentale per la storia dell'Uomo, complimenti (alla fine, quando hanno fatto fuori nobiltà e borghesi hanno fatto fuori sè stessi, non mi dispiace poi così tanto), il tutto per "illuminare" l'Uomo con robe già scoperte e dichiarate dagli inglesi (Rivoluzione Inglese, 1688, la "grande Rivoluzione" perchè pacifica, e Rivoluzione Americana, 1776). A me i francesi sembrano sinistri anche quando sono di destra, e la Rivoluzione francese è molto sinistra... Tra l'altro, il razzismo nasce ufficialmente con l'Illuminismo francese (leggasi il libro di Marco Marsilio, "Razzismo, un'origine illuminista"). Per non parlare del vero e proprio genocidio della Vandea, contro i reazionari (destri) alla rivoluzione. Quasi nessuno sa che quel famoso 14 luglio 1789 a Parigi furono liberate qualcosa tipo 7 persone da un carcere che avevano commesso reati insignificanti, "e però" viene ricordato da tutti, specialmente dai sinistri, come un "grande evento della storia". Se lo dicono loro...che sono "dalla parte giusta della storia", ci fidiamo. Quella parte giusta che oggi li porta ad avere le stesse posizioni di Hilter e di Ahmadinejad con cui vanno a braccetto e si fanno i servizi fotografici sorridenti (il bello è che dicono "ma va, i nazisti al giorno d'oggi sono gli israeliani"...sembrano i bambini dell'asilo, "chi lo dice sa si essere, pappappero"...), quella parte giusta che qualche anno fa li portava, loro pacifisti, a fare la guerra nei Balcani e bombardare allegramente (loro sono contro la guerra "senza se e senza ma", tranne le guerre che fanno loro, sono "diverse"...a me diversa sembra invece la non guerra di Silvio che è intervenuto in Iraq a guerra finita e senza mai attaccare nessuno, e che se anche avesse fatto la guerra avrebbe fatto bene, col mitico Bush il presidente più votato nella storia degli Stati Uniti), quella parte giusta che col comunismo ha fatto un numero di morti in tutto il mondo enormemente superiore a quello provocata dal nazismo, che non per questo si giustifica.
Ma cosa ci volete fare, i politici sinistri sono "antropologicamente superiori", più intelligenti, più acculturati, più tutto. A me sembrano antropologicamente imbecilli.

Facce da City...

Sven Goran Eriksson al City (questo sì che è un allenatore...prima avevamo un ubriacone...Stuart Pierce detto Psycho...)


Eccolo qui Thaksin Shinawatra, il presidente del mio Manchester City con le corna del diavolo, bello eh? :)

Una manifestazione anti-Shinawatra, protagonista di scandali finanziari da premier della Thailandia (ricorderete il colpo di Stato coi carri armati).


Stavo pensando che uno dei più grandi calciatori di sempre è stato l'africano George Weah, che ha giocato nelle mie due squadre preferite, il City e il Milan. L'ho ritrovato su MySpace, questa maglietta ce l'ho anch'io (la sua pancia invece non ce l'ho :). Stava per diventare Presidente della Liberia ma son successi casini anche lì.


Rolando Bianchi dalla Reggina, nuovo acquisto del City. Forza RONALDO !!! :) (non può fallire anche lui come Corradi...che lo si conosceva, è uno che fa pochi gol, questo Bianchi invece è una belva...)


In giro, specialmente su MySpace, c'è la mania delle ragazze con le magliette di calcio... Per un'inglesina con la maglietta del City potrei impazzire... Già quando le inglesi mi spediscono qualche maglietta usata da loro (è una questione molto fetish ghghghgh) hanno un profumo che svengo... Dev'essere un detersivo particolare che usano gli inglesi, infatti l'ho ritrovato uguale nella mia isola molto britannica, Minorca... Il profumo delle lenzuola con quel detersivo è sconvolgente.


Keeley Hazell con la maglietta del City


Continua la moda dei filmati casalinghi amatoriali "rubati" alle star del momento e messi a disposizione di tutti su internet. Dopo Pamela Anderson, Paris Hilton, Gena Lee Nolin, Britney Spears e tante altre, è toccato anche a Keeley Hazell, modella inglese di Page 3 del "The Sun" (gli ho mandato anch'io quache modella, di solito vogliono solo quelle tettone), popolarissima soprattutto in Inghilterra per le sue misure e molto in voga in questi ultimi mesi. Io sono notoriamente per i seni piccoli :), ma in certi casi esistono le dovute eccezioni :). Il filmato riprende la splendida Hazell in pose esplicite mentre fa sesso con un ragazzo (un extracomunitario, forse un lavavetri ghghghgh) in una camera d'albergo. Anche se di solito serve per farsi pubblicità, non dovrebbe trattarsi di un "fake" perchè la protagonista si è detta subito scioccata alla vista del filmato che ha ammesso essere stato girato a Maiorca lo scorso anno, durante una vacanza con il ragazzo Lloyd Miller. "E' un video privato che risale a molti mesi fa", ha detto la Hazell. "Non ho mai pensato di renderlo pubblico. Questa è una spiacevole invasione della mia privacy ". La modella ha prontamente avvisato la polizia di aprire un'indagine. Poi la si riconosce bene soprattutto più avanti nel video, e le immagini un po' confuse (tra l'altro lei fa sesso indossando il reggiseno e lui un calzino...) confermano maggiormente l'autenticità della protagonista (di solito certi filmati sono molto più "chiari" ed espliciti, non che questo non lo sia...). Per chi volesse guardare il filmato, che contiene scene di sesso esplicito e quindi vietato ai minorenni (che quindi saranno i primi ad andarlo a vedere), basta cliccare qui

(siccome "quelli di colore sono più dotati sessualmente", il ragazzo dura circa 1 minuto e mezzo o 2...)


Anche lei contattabile su MySpace, attualmente come canzone ha scelto "Birds"...eh eh...non poteva essere diversamente :). In certe foto ha un po' dell'Hilary Duff (grande fan degli Oasis e assolutamente di destra), e in certe foto ha anche un po' della grandissima...ecco :).

I tabloid e le riviste inglesi le hanno dedicato una marea di copertine. Ma che belle calciatrici inglesi...

Ovviamente ha fatto anche un paio di calendari: questo è novembre, si riconosce, eh beh dai a novembre fa caldo...


Ma torniamo anche un po' a casa nostra: ho trovato su MySpace la milanista Nathalie Goitom, quella dei programi di calcio su Telelombardia. Hai capito la Nathalie...

Soldatesse modelle

Moran Atias. Mi ricordo la prima volta che l'ho incontrata, sono rimasto a bocca aperta... Eravamo a una mostra d'arte (lei era con un vecc...mah...), per me l'opera d'arte era lei... Di una bellezza incredibile... e ragazza intelligentissima, è sprecata per quello che fa (modella, attrice, ecc.). Gliel'ho scritto anche sul suo MySpace...mi piace dire a una ragazza bella che è intelligente, e dire a una ragazza intelligente che è bella... Quando lavorava in radio una volta ha parlato di me (ecco perchè dico che è intelligentissima ghghghgh). Ogni volta che conosco una ragazza israeliana mi fa vedere le sue foto di quando ha fatto il militare (nell'attesa che faccia vedere qualcos'altro :))), allora io le faccio vedere le mie.

Le cover-girl di Tsahal, Israele in guerra di look.

Le soldatesse si fanno testimonial sulle riviste patinate.

Immaginate una ragazza bellissima, occhi neri intensi, fisico da modella, bikini essenziale. Il prototipo della sensualità femminile, morbidezza e vita. Una dea? No, un militare, un militare di Tsahal, il temibile esercito israeliano.

«Durante il servizio di leva adoravo sparare con la mitraglietta M-16 ed ero bravissima a colpire il bersaglio», racconta Yarden Harel, ex tenente del Mossad, l’intelligence israeliana, conoscitrice esperta del confine libanese, ma soprattutto ragazza copertina. Una delle dodici selezionate per l’ultimo numero della rivista maschile Maxim dedicato alle soldatesse israeliane, «le divise più sexy del pianeta». Basta leggere le loro biografie per capire che non c’è trucco.

Nivit Bash viene davvero dalla security («Il mio lavoro è top secret, posso solo dire che ho studiato l’arabo»)
Natalie Niv si è formata nelle telecomunicazioni navali dove ha incontrato il generale diventato poi suo marito

Gal Gadot ha insegnato a lungo educazione fisica ai colleghi uomini prima d’essere incoronata miss Israele, «I soldati mi amano perchè li faccio stare in forma».
Belle, toste e patriottiche. Perché Yarden e le altre sono in realtà le testimonial di una campagna promossa dal ministero degli Esteri israeliano per cancellare l’icona radicata del Paese con l’elmetto, sinonimo di guerra permanente, armi sofisticate, servizio militare obbligatorio per tutti, uomini e donne, tre anni di vita consegnati allo Stato.
Che ultimamente Israele necessiti un’operazione di «re-branding», un cambio di look, è opinione diffusa. Il pubblicitario Simon Anhol, padre del Nation Brand Index, l’indice dei migliori Paesi in cui vivere, lo colloca all’ultimo posto della classifica dominata dalla Gran Bretagna, perché «troppo identificato con il brand del conflitto». Alcuni mesi fa il ministro degli Esteri Tzipi Livni ha convocato i diplomatici e i migliori specialisti di PR sul mercato per pianificare una strategia mediatica a tappeto che sganciasse l’idea che si ha del Paese dalla questione palestinese, ammettendo che «c’è un problema d’immagine enorme».
Come spiegare che dietro la rigorosa divisa verde di Tsahal si nasconde un’anima? L’idea delle modelle-soldato è venuta alcuni mesi fa al Consolato israeliano di New York, dopo l’ennesimo rapporto negativo sulla percezione d’Israele nel mondo, una nazione che oggi neppure gli amici americani si sentono di definire «rilassante». Finchè la critica arriva dall’amata-odiata Europa d’accordo, si può replicare per esempio che il sondaggio secondo cui Israele sarebbe più minaccioso dell’Iran e della Corea del Nord pubblicato nel 2003 a Bruxelles è il prodotto d’un astio antico, addirittura antisemita. Finchè a puntare l’indice è una coscienza inquieta come quella dell’ex presidente della Knesset Avraham Burg, che un paio di settimane fa ha accusato il suo Paese d’essere «militarista e morto dentro», c’è la possibilità d’invocare il lavaggio dei panni sporchi in famiglia, perché sempre di famiglia si tratta. Ma se gli Stati Uniti cominciano a vedere Israele come «una terra di conflitti insolubili, gente testarda e belle ragazze», il discorso cambia.
«Dovevamo immaginare una campagna che comunicasse l’altra faccia d’Israele», ha detto il console generale di New York Ariyeh Mekel. E si è rivolto a Maxim.
Funzionerà? Mohammad Abu Awwad, producer palestinese di Ramallah che lavora da anni con i media stranieri, è scettico: «Non convinceranno nessuno che sono diventati anime belle come i corpi delle ragazze». Ma sul piano comunicativo, ammette, «hanno segnato un punto». Perché anche nella terra del fuoco incrociato il vero fascino della divisa militare è simbolico, protagonista epico di storie e leggende come questa, raccontata da Mohammad: «Quando Gaza non era la prigione che ora è diventata, molte prostitute di Ashkelon andavano a lavorare lì. Un giorno i clienti palestinesi dissero loro che se avessero indossato l’uniforme dell'esercito israeliano le avrebbero pagate il doppio pur di aver la soddisfazione... E quelle, finchè fu possibile, guadagnarono un mucchio di soldi».

Israeli Defense Forces

They’re drop-dead gorgeous and can take apart an Uzi in seconds. Are the women of the Israeli Defense Forces the world’s sexiest soldiers?

Gal Gadot

Expertise: Physical fitness

“I taught gymnastics and calisthenics,” says this flawless former Miss Israel. “The soldiers loved me because I made them fit.”

Yarden Harel

Expertise: Military intelligence

Stationed in northern Israel for her two-year IDF stint, Yarden says target practice was her favorite activity. “I loved shooting the M-16,” she says. “And I was good at hitting the targets. But I haven’t shot anything since I left the army.” Or anyone, we hope.

Nivit Bash

Expertise: Military intelligence

“My job was top secret,” says this Tel Aviv native, who still lives with her parents. “I can’t talk about it other than to say I studied some Arabic!”

Natalie Niv

Expertise: Naval Telecommunications

This beguiling blonde clearly remembers her favorite part of serving her country: “I met my husband. His commander kept trying to set us up.” Lucky for him, Natalie followed orders.

Israeli female legislators are up in arms over their photo shoot. Who knew being in Maxim could cause such a controversy?

www.maximonline.com

Ogni tanto quando parlo bene di qualcosa di Israele, sento comunisti dire "sì, bisognerebbe farci le saponette"... Un rigurgito nazista, una volta c'era Hitler, oggi ci sono i comunisti, che odiano Israele. In mia opinione, anch'io userei le saponette, sì, per fare la doccia con le bellissime ragazze israeliane... Mi piacerebbe vedere un comunista di fronte a un pezzo di gnocca israeliana, se cambia opinione... Ma siccome vivono di sogni e irrealtà, hanno tutto quelle idee sugli israeliani senza avere avuto mai il piacere di conoscerne uno.

vacanze Italia 2007

Titolo: "avete perso le elezioni".

Dopo soli 5 giorni, sono già tornato dalle "vacanze". Ghè pü de danè.
Non mi resta che rompere i coglioni al Mortadella.
Ecco una foto eloquente delle vacanze italiane 2007 (il 51% degli italiani non va in vacanza, 1 italiano su 2...ma che siamo, in guerra?), foto che ho intitolato con una frase che pronunciavano i sinistri l'anno scorso:
"avete perso le elezioni".
Guardate come ci sta bene sotto questa foto.
Spiaggia enorme con quasi nessuno.
E proprio oggi, con il video, altra conferma che le elezioni sono state truccate. Ancora una volta, come quando parlo di francia, di politica, di calcio, di telecom, di donne :), ecc. posso dire "e io l'avevo detto".
Mi consolo con le grandi notizie dal mercato: 74 milioni di euro (quasi come lo United) spendibili per il mercato del City, quasi preso il gioiello Bianchi della Reggina...


Pliiz vizit tze uèbsait, bat pliiz vizit italii...parla come un talebano... Beati i turisti stranieri che non sanno...beati loro che non capiscono un cazzo... (ma quindi mi sa che sono più informati degli italiani...).

NUOVA FIAT 500 CAGATA PAZZESCA

Oh ma avete visto che cagata la nuova Fiat 500...ha catalizzato tutta l'attenzione... Meglio questa nella foto...E quella la chiamano "piccola"...con quello che costa... Il bello è che (non l'hanno detto) la fanno IN POLONIA, cioè a loro non costa niente... Patetica la pubblicità, volontariamente commovente da far schifo, coi personaggi della storia...non sanno più a cosa attaccarsi per dare una storia a questa nuova macchina, che non avrà mai una storia...è solo una come tante... Questo spot sta sostituendo il ventilatore: infatti mi fa girare le pale allo stesso modo. Dice: "LA NUOVA FIAT APPARTIENE A TUTTI NOI" ... ma davvero? A me no, a tanti altri neanche, vedete un po' voi... Peccato che non siano neanche gli italiani a farla, visto che la fanno in Polonia. Forse hanno sbagliato, era "appartiene a tutti voi"... E Mortadella presente a tutte le inaugurazioni (ormai lo usano per pulire le macchine), che dice che è una macchina stupenda...leccaculo degli Agnelli...
Che coglioni quelli della Ferrari...si son fatti fregare dagli inglesi...da sempre le spie migliori sono quelle britanniche...James Bond docet...

Live Earth sucks...

Salviamo l'ambiente!! Aiuto non piove più !!!! (grandi allarmismi...peccato che invece ci sia brutto tempo e piove spesso...il tempo di quest'estate in Italia non rovinerà molte vacanze...mi è piaciuto il ministro gay Pecoraio Scanio che invece di pensare alla sua spazzatura ha lanciato "l'allarme fiume Po"...mah...pensi al Culosuo... - intendo il Colosseo - ...stava diluviando sul Po e lui parlava di allarme siccità sul Po...gli basterebbero le previsioni del tempo... O quell'altro, Rutelli in diretta tv su Rai 3 - bel canale - che urlava "a Milano non ci sono depuratori per l'acqua!!" ...Ce ne sono 3, tra poco 4, uno dedicato a lui... l'acqua di Milano è una tra le più sane in Italia...questi qui non sanno veramente niente...).

07/07/07 - LIVE EARTH, MUSICA PER L'AMBIENTE...

Giuramento degli ambientalisti a difesa del pianeta Terra: "Giuro di lavorare per l'efficienza energetica a casa e al lavoro (ehm...quale lavoro?). Combattere per avere leggi a sostegno delle fonti d'energia rinnovabile e di ridurre la dipendenza da petrolio e carbone (ehm...quello che fornisce il presidente dell'Inter a Mortadella con in cambio l'immunità?). Di piantare nuovi alberi (mwahahahahahahaha questa è esilarante...rileggete l'articoletto qui sotto, "Abbattete un albero") e di adoperarmi con altri a proteggere le foreste..."

Appena ho letto questa roba ho subito acceso la luce senza averne bisogno... Noel degli Oasis odia gli ambientalisti... Come sempre parlano di catastrofi, poi correggono il tiro... Ma che roba è...il giuramento del militare...? Lo giuro! (l'ho duro?)

Cos'hanno fatto gli ambientalisti italiani? Niente. Nè nessun cantante italiano vi ha partecipato, tranne in parte un genio (ci voleva) l'interista cattocomunista Ligabue.

Diamo un po' i numeri del favoloso Live Earth a favore dell'ambiente...

L'ambientalista comunista Madonna (suo idolo: Che Guevara) consuma 100 volte di più di un normale cittadino, anche per le sue 9 case, il parco auto, il jet privato, senza contare i legami con aziende accusate di essere grandi inquinatrici. Insomma più che una paladina ecologista, Madonna è una catastrofe per i cambiamenti climatici, nonchè un pessimo esempio (e lei vuole rappresentare pure il buon esempio...che ipocrisia allucinante...).

2 miliardi di telespettatori (10 milioni su internet), quindi una marea di televisori accesi, circa un miliardo.

31.500 tonnellate di biossido di carbonio consumate (www.carbonfootprint.com), calcolando gli spostamenti di artisti e spettatori, nonchè l'energia consumata per allestire gli 8 concerti, un consumo di anidride carbonica di 3000 INGLESI IN UN ANNO.

ABBATTETE UN ALBERO

Vedi "La Repubblica" che giornale straordinario. L'altro ieri in prima pagina c'era un richiamo a due ampi articoli secondo i quali il 2006 è stato l'anno che ha sconvolto il clima mondiale: solita temperatura globale che cresce, livello dei mari che cresce, buco nell'ozono che cresce (ehm...per alcuni se il buco cresce è meglio..tipo Renato Zero), pioggia che se ne va a Sud, uragani e inondazioni, ghiacciai che spariscono, uccelli che non migrano (anche qui, se gli uccelli non migrano per alcuni è meglio..tipo..che ne so, Renato Zero ghghgh), desertificazione e di converso deforestazione: e quasi tutto per colpa nostra. Questo a pagina 18. Poi a pagina 37 cambiava giustappunto il clima (ghghghgh) e c'era un'intervista al professor Mauro Agnoletti, un importante ricercatore che a Bruxelles ha presentato un piano strategico sullo sviluppo del paesaggio. "Nei primi decenni del Novecento", parole sue, "la superficie dei boschi in Italia era di circa 3 milioni e mezzo di ettari. Oggi i boschi occupano 10 milioni di ettari". Ma come, e la desertificazione e la deforestazione? I numeri sono quelli. Il professore ha spiegato che il rimboschimento indiscriminato ha eliminato paesaggi e colline e colture, tanto che il rapporto uomo-ambiente ne è stato deformato: delle 600 tipologie paesaggistiche che l'Italia aveva alla fine dell'Ottocento ne sono rimaste 18. Più che dal clima e dal cemento, il pericolo è venuto da certa agricoltura e dai boschi triplicati. Dunque alberi in eccedenza, che significa, come "La Repubblica" ben spiegava, anche carta, sin troppa carta (eh eh).
Filippo Facci, mitico

Summer 2007

"...all I wanna do is live by the sea..." (Noel Gallagher, Oasis - "It's good to be free")

Bar Refaeli from Israel (Sports Illustrated)


Bar Refaeli with Aerosmith

Aline Nakashima - half Japanese half Brazilian

new blog about tennis, WimbleLondon: www.wimblelondon.blogspot.com