crazy for Franz Ferdinand


"Take me out" video

Visto che siamo in tema di scozzesi, riporto qui le mie impressioni (intervallate dai video) dopo il concerto dei Franz Ferdinand a Milano 1 anno e mezzo fa.


Certo che sembrerà strano che a un appassionato di Oasis come me siano piaciuti così tanto i Franz Ferdinand, che si odiano a vicenda coi Gallagher. Ma che ce devo fà, questi scozzesi mi acchiappano di brutto.
Non mi sono mai divertito così tanto a un concerto !!!!! Adoro i Franz Ferdinand !!!!!!!!!!!!!!!!!! Ho saltato e ballato fino a svenire !!!!!!!!!!!! Provate a mettere ad esempio la canzone “Take me out” sul vostro stereo a tutto volume e vi metterete a ballare persino in casa !!!!!!!!!!!!! D’altronde, questo è proprio il gruppo che era nato “solo per far ballare le ragazze”… Eccome, le ragazze vanno matte per loro !!!
Sono appena tornato da uno dei più bei concerti che io abbia mai visto in vita mia (e di concerti ne ho visti parecchi… Quelli degli Oasis sono una cosa a parte, perchè c'è pure un senso di appartenenza...) e non vado a letto senza aver buttato giù qualche impressione ancora “a caldo”…
Durante la giornata invece abbiamo patito un sacco di freddo, nell’attesa, e quindi abbiamo dovuto mangiare panini con salamella peperoni ketchup maionese insalata (alla salute…), birra e caffè, ma non bastava.
Ho conosciuto due sorelle che mi hanno regalato il biglietto per il concerto (grandi!!! In cambio io le ho sfamate :). Poi una ragazza carina che mi continuava a guardare e mi raccontava che ama Liam degli Oasis alla follia. Un po' di moda anche in questo mio intervento: ero vestito con una giacca molto Oasis, double-face, e maglioncino anni ’60 del mio babbo, frangetta e i miei basettoni :).
I Franz Ferdinand sono stati troppo dei grandi: tutte le canzoni erano stupende, dalla prima all’ultima, tutte ballabili, e loro elegantissimi, con completini e cravatte. Sono un gruppo “intellectual” (hanno studiato arte e teatro), difatti sia i testi che i video citano sempre un po’ di tutto, ad esempio dai film (come nel video "Walk away", qui sotto, molto Hitchcock e un po’ Beetlejuice)


"Walk away"

Poi dall’arte (in "Do you want to" Duchamp, vabbè…l’orinatoio di Duchamp…ah francesi…come faremmo senza di voi...), citazioni in lingua tedesca, ecc.


"Do you want to"

Tra l’altro mi sembra che verso la fine della canzone “You’re the reason I’m leaving”, ci sia una critica ai Rem… Apprezzo molto tutto ciò ! (i Rem hanno scassato le cosiddette...pure politicizzati adesso...come i Green Day...con grandi risultati eh...effetto contrario ottenuto, complimenti).
Quando i Franz hanno fatto “Take me out” (qui sotto), DELIRIO !!!!!!!!!!!!!!!!! (come se non bastasse il delirio durante le altre canzoni).


Milano, Franz Ferdinand - "Take me out"

Durante tutto il concerto il pogo era perenne, spintoni, salti a non finire, troppo divertente, ridevo dalla contentezza. Di solito quando c'è una confusione simile, si diventa anche un po' nervosi per i colpi ricevuti, ma stavolta no, anzi c'era gente che si scusava con me per le gomitate ma io manco le sentivo. Ogni tanto mi capitavano ragazze addosso e ci scontravamo con la faccia, e mi baciavano!!!! Pazzesco.


"So they say you're troubled boy, just because you like to destroy...well, what's wrong with a little destruction?" ("The fallen", video sopra).
Al pomeriggio ho incontrato i Franz Ferdinand in una libreria e mi son fatto fare gli autografi da tutti e 4, oltre alle foto. Poi avevo il poster con gli autografi in mano, io ero quello davanti al concerto che agitava il poster arrotolato, mi si riconosceva da lontano. Il batterista (un ragazzo bruttissimo, coi denti rotti, con qualche capello bianco, ce le ha tutte lui… però ha una moglie bellissima, Paul+Ester= Poliester ghghgh) voleva rifilarmi un poster tutto pastrocchiato da loro, pure con lo sbianchetto, ma io gli ho detto di darmene un altro…
Il cantante, Alex Kapranos, mezzo greco, nella libreria indossava un maglioncino verde uguale al mio di quando ho fatto il militare! Me l'ha rubato!


Una cosa che non avevo mai visto: a un certo punto, nella canzone "Outsiders" (qui sopra), si sono messi IN TRE a suonare la stessa batteria ! (in questo video erano pure di più, si vedono i batteristi aumentare)


All’ultima canzone, “This fire” (questo video sopra), avevo ancora un sacco di energia, e c’era ancora il delirio totale. Ultimamente sto odiando sempre di più Milano: e allora che soddisfazione cantare a squarciagola questa canzone "there is a fire in me, a fire that burns... I’m gonna burn this city !!!!". C’è un fuoco in me, un fuoco che brucia…brucerò questa città !!!!
Adesso sono qui, con un fresco ricordo bellissimo, con le foto che presto metterò qui sul blog, e poi col poster autografato, lo appendo in camera nonostante sia rovinato, ma meglio così, è vissuto !


Milano, "Tell her tonight"



Milano, "The dark of the matinée"


"Jacqueline"