Il leader degli U2, da molti anni impegnato socialmente a favore dei paesi del Terzo Mondo, accusa i governi di italia e francia, in un'intervista ad un giornale tedesco: non hanno mantenuto le promesse.

Sul quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung, Bono Vox, leader della band U2, questa volta è davvero arrabbiato e spara su italia e francia: le due nazioni europee sarebbero colpevoli di non aver inviato gli aiuti umanitari assicurati all'Africa durante l'ultimo G8. "Hanno imbrogliato" ha detto il cantante. "Soprattutto gli italiani, non hanno mantenuto nessuna delle promesse fatte" sottolinea Bono.
Nel G8 del giugno scorso, infatti, Romano Prodi aveva assicurato proprio a Bono in persona uno stanziamento di fondi per il sostegno del Terzo Mondo. L'Italia però non avrebbe ancora donato il becco di un quattrino promesso, e questo ha suscitato le ire di Bono Vox, impegnato attivamente nello sviluppo dei paesi del Terzo Mondo, che rincara la dose: "è già brutto abbastanza quando i politici non mantengono le promesse fatte ai loro elettori. Quando però lo fanno con i più poveri del mondo, significa che migliaia di persone moriranno. E questo è inammissibile".
Da Palazzo Chigi rispondono che Bono è ignorante, non conoscendo i meccanismi delle leggi di bilancio, e che i finanziamenti ci sono ma è solo questione di tempi tecnici, e la vice ministro degli Esteri dice che "avevamo ereditato una situazione di grande pesantezza dal precedente governo"...mwahahahaha un grande classico, colpa di Berlusconi, c'era da immaginarselo. Intanto la Germania ha già mandato tutti gli aiuti promessi. Il che sa tanto di brutta figura fatta "in mondovisione".
Bono aveva incontrato Prodi all'ultimo G8. Lì il premier italiano si era fatto prendere la mano dallo slancio filantropico di Bono, che si era convinto che l'Italia avrebbe poi stanziato veramente gli aiuti. In quella sede Bono aveva parlato davanti ai capi di Stato dei Paesi più ricchi del mondo (una volta lo era anche l'Italia..eh..). Non tutti eccessivamente interessati ai progetti umanitari di Bono. Anzi, qualcuno dormiva proprio (chissà chi era...). Chi? Bono non fa il nome, ma racconta l'episodio proprio subito dopo aver deplorato i governi di parigi e roma (Sarkozy di solito non dorme...anzi, fa balà l'ög con Carla Bruni...è un dritto..). "Uno di loro si è addormentato mentre stavo parlando - racconta Magari è perchè io sono noioso... Ma la signora Merkel non si è addormentata. Ha mostrato interesse, e soprattutto non ha promesso molto e mantenuto poco".


Meglio che non parlo del "discorsone" di fine anno del Presidentone Napolitano perchè direi cose troppo pesanti. Basta solo pensare che ho passato quei minuti alla tv a imprecare. Sembrava parlasse per i suoi parenti, e tutto attorniato da uno scenario da Re (nessuno, neanche all'estero, quanto lui, beneficia di un trattamento che dire reale è un eufemismo)