Guerra di Troia - coi terroristi non si tratta !


www.greece-guide.blogspot.com

Ecco...l'altro giorno dicevo che quello su Milano era il mio ultimo blog...indubbiamente forse. Ne sto costruendo uno sulla Grecia.

Non avevo visto il film "Troy" fino a ieri sera: stupendo, mi sono esaltato :).
Mi veniva da ridere ogni volta che dicevano "Troia" (ilarità ovvia), ad esempio in frasi del tipo "se vai a Troia..." (eh..se vai a troie..). O quel gran personaggio di Elena di Troia (brutta eh...), che era proprio Elena la Troia ghghghgh (scappata via da Menelao per Paride).
Non ho capito perchè le critiche di alcuni giornali hanno scritto che il film non rispecchia la fine dei vari personaggi. Invece nell'Iliade è proprio come nel film: Ettore ucciso da Achille, Achille trafitto dalla freccia di Paride (tallone d'Achille), Priamo ucciso da Pirro nell'assedio di Troia, ecc.
Tra l'altro, le critiche dicevano che nel film la guerra di Troia, la più famosa della storia, è troppo corta: caspita, il film dura due ore e mezza, non può mica durare come quella guerra 9 anni!
Il re Priamo va a trattare col nemico (Achille), per riavere il corpo del figlio Ettore.
Bene, sembra la sinistra italiana che va a trattare coi terroristi e poi rimane fregata (cavallo di Troia di Ulisse). Lo sanno anche i sassi che coi terroristi non si tratta (e Achille era un po' un terrorista, perchè, oltre ad incutere terrore, non rappresentava nessuna nazione). Abbiamo avuto un altro esempio negli ultimi mesi con quella testolina di Zapatero, che trattava coi terroristi e come risultato hanno fatto un altro attentato a Madrid a dicembre.
Mortadella e "company" non capiscono che trattando coi terroristi, finiscono per giustificare i rapimenti: ovvero, se il risultato di rapire un giornalista italiano è riavere 5 talebani (capi compresi) e soldi (da usare per organizzare altri attentati, quindi altri morti), i terroristi continueranno sempre a rapire italiani. I sinistri hanno sempre quest'illusione di "essere amici di tutti", tipo i due imbecilli D'Alema e Fassino...trattare coi terroristi è il peggio che si possa fare. Se non è possibile un'operazione militare, al limite massimo si può fare un'offerta, prendere o lasciare, non si può mica trattare per giorni in quel modo, col tira e molla che non si capiva più niente! E poi, quanti soldati, americani, afghani, e di altre nazioni, sono morti per catturare quei 5 (o più) talebani? E poi, se adesso morirà anche solo 1 persona (magari 1 sola!) per colpa di questi talebani liberati o per i soldi pagati, che figura ci fa l'Italia?
Poi si sono messi a litigare (che novità) per il merito della liberazione del giornalista: Karzai, Mortadella, Emergency (Emerdency)... Risultato di tutto è che le altre nazioni adesso ce l'hanno su con noi (l'Italia, la Grecia e la Turchia adesso non hanno lo scudo missilistico americano! Siamo diventato alleati di serie B... Ci può arrivare un missile iraniano in testa!). Cosa ci faceva Mastrogiacomo fuori dal sistema di sicurezza Onu? Cosa ha ottenuto da quest'avventura? Qualche copia venduta de "La Repubblica" in più? Perchè invece altri italiani laggiù, ad esempio giornalisti di "Panorama", di destra, non vengono rapiti? Ma invece solo questi qui di sinistra, tipo la Sgrena, le due Simone, ecc. tutta gente che è "pacifista col nemico" e poi viene rapita? I sinistri avrebbero fatto tutto questo casino per un rapito di "Libero" o "Il Giornale"? E perchè gli altri italiani rapiti, ad esempio in Africa, non hanno la stessa attenzione? La loro vita conta di meno? Solo perchè Mastrogiacomo è un giornalista di un quotidiano di sinistra? Adesso è diventato una star... C'è pure da gioire per tutto questo? (si aggiunga anche: l'autista ucciso, che lascia moglie incinta di bambino perso e altri 4 figli, e poi l'interprete rapito, piccoli particolari eh! Mastrogiacomo e i cuoi amichetti sinistri invece gioiscono, esultano...beati loro).
E che ridicolo il Mortadella che si impegna "24 ore su 24" per Mastrogiacomo, mentre per altre questioni importanti degli italiani non solo se ne sbatte, ma provoca solo danni ovunque! Adesso che arrivano le elezioni amministrative, ha ripetuto la famosa solita balla "abbasseremo le tasse": ma chi è così scemo da credergli? Poi un telegiornale della Rai lo fa vedere a una finestra che (dicono i sinistri Rai) "saluta la folla" e sotto non c'è nessuno... Poi "Matrix" con Mortadella ospite è stato il programma meno visto dell'anno... Quand'è che si accorgerà che il fondo l'ha toccato già da molto tempo?
Mortadella facci un favore almeno una volta: DIMETTITI !

Spero proprio che la destra non voti per il rifinanziamento della missione. La caduta di Mortadella è nell'aria. Ma come dice il comunista Benigni: quando mai questo governo è stato in piedi?