Grandissimi i toscani che hanno fischiato la morte della mamma di Berlusconi (più un petardo esploso verso i tifosi milanisti...fosse stato Livorno-Milan tiravano una bomba?)... tipici toscani, soliti grandissimi coglioni comunisti... Purtroppo ho avuto più volte occasione di conoscere toscani, che hanno dimostrato questi atteggiamenti sinistri... (naturalmente poi tutti dicono "che simpatici i toscani!"...come quelli che dicono "che simpatici i romani!", "che simpatico Veltroni!" Tutti "piacioni"... Se sono così quelli che "piacciono", preferisco non piacere a nessuno). Stiano tranquilli che morirà pure a loro la mamma... Solita inciviltà italiana... solo che io non farei mai una cosa del genere neanche per la persona che odio di più al mondo... (il fatto è che non ci sono persone che odio davvero...). Ma loro invece, beati loro, sono "antropologicamente superiori", quindi hanno istinti bassissimi, compresa l'invidia, e non possono far altro che dimostrare quanto sono animali. Da vergognarsi di essere italiani, altro che "Toscana orgoglio italiano". Gente che non merita di aver avuto nella propria terra splendide eccezioni come Montanelli e la Fallaci (peraltro anche lei sinistra, ravvedutasi).
Risultato: al minuto 77 la signora Rosa Bossi Berlusconi dall'alto fa segnare Pato, e il Milan punisce la Fiorentina.
C'è quella maga Stefanova di Telelombardia che aveva previsto "4 gol di Pato" in questo campionato... appena ha fatto il quarto, si è fatto male di brutto. Maga porta rogna...

Quando i comunisti non sanno più come insultare Berlusconi (ovvero dopo avergli dato del nano, mafioso, ecc., tutte robe acculturatissime... quando poi "uno ti insulta per i tuoi difetti fisici, è l'ultimo rifiugio delle canaglie, lo scherno degli squadristi, dei brutti dentro " - citazione di Filippo Facci, che è un "bello", notare), poi vanno a ripescare citazioni di Montanelli, di quando ha litigato con Silvio. Molto significativo che dei comunisti vadano a citare un fascista...

Dopo che per mesi il "grande" inviato della Rai Carlo Paris ha parlato di "vergogna di Milano" per i fischi all'inno dei francesi che avevano insultato gli italiani per settimane, gli verrà mai l'illuminazione di parlare di "vergogna di Firenze"? Campa cavallo...

Se vi raccontasi tutte quelle che leggo in giro... altro che i fischi alla madre di Berlusconi... quelle erano carezze... Insulti irripetibili da parte di romani... mai visto gente così incivile quanto i comunisti, e il bello è che predicano la tolleranza e la civiltà...arrivano a parlare addirittura di "coerenza"...

La giornata ha offerto le solite perle calcistiche: un altro rigore inesistente dato all'Inter...che novità... e il Totti-bambino dell'asilo (si faceva proprio così da bambini) che cerca di prendere il pallone a pugni addosso a uno, Roma punita 3-0 contro una squadretta toscana... Le ladrate dell'Inter non si sono limitate al rigore inesistente: c'era un altro rigore per l'Empoli (mano di Cambiasso) e il rigore battuto dall'Empoli andava ripetuto, perchè Maxwell entra in area prima del tempo ed è decisivo sulla ribattuta del portiere. No comment sui "francesismi" di Vieira, dovrebbero espellerlo sì, dall'Italia.
Il presidentone onestone telecomunista Moratti non ha trovato di meglio che andare a rivangare calciopoli, il piccolo particolare però è che l'Inter avrebbe perso anche senza calciopoli (l'anno del 5 maggio è arrivata terza, non seconda), e chissà come mai in Europa perde sempre contro squadrette, e lì non c'è calciopoli. Se adesso c'è pure la Gazza-Rcs che li attacca, l'Inter è proprio arrivata alla frutta...
Visto che al Presidentone piace tanto rivangare il passato, ne possiamo trovare a iosa, ad esempio: come mai quando ci sono state le indagini alle società, lui si è defilato dalla presidenza ed è tornato presidente soltanto dopo?